Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_sanpietroburgo

La Sede

 

La Sede

palazzo 

 

L’Istituto Italiano di Cultura a San Pietroburgo si trova nella Piazza del Teatro (Teatralnaja ploschad', 10), nei pressi del Teatro Mariinskij (rinominato in epoca sovietica Teatro Kirov) e di fronte al Conservatorio della città.


L’intera storia dell’edificazione e dello sviluppo di Teatralnaja ploschad è legata alla costruzione e alla ristrutturazione del teatro. Nel 1776 sulla piazza venne eretto un anfiteatro di legno destinato al circo equestre. A partire dal 1783, anno in cui venne inaugurato il teatro, la piazza assunse il nome di Teatralnaja. I primi documenti dell’Archivio Storico Statale riguardanti l’edificio situato al numero 10 della piazza risalgono al 1844. Il palazzo apparteneva, all’epoca, alla moglie di un sottotenente, Vera Batjuchkova. Si trattava di un edificio di tre piani a cui vennero aggiunte delle sezioni attigue di pari altezza ad incorniciare il cortile. La facciata del palazzo venne decorata con modanature rettangolari e triangolari, mentre per il primo piano, l’architetto Andreev utilizzò un rivestimento a stucco bugnato. L’aspetto della facciata si allontanava dai canoni del classicismo e ne rifiutava le rigide simmetrie. Nel 1863 il palazzo passò al Generale Maggiore A.D. Stolypin, poi nel 1874 il colonnello della guardia A.A. Zajtsev ne divenne il nuovo proprietario. Su ordine di quest’ultimo, l’architetto N.F. Bekker riprogettò interamente l’edificio. Un ulteriore piano venne aggiunto ai tre precedenti e venne modificato anche l’aspetto della facciata che fu ripensata in stile eclettico con abbondanza di decori. L’ultimo proprietario del palazzo è stato il giurista R.R. King.
Attualmente l’edificio di Teatralnaja ploschad', 10 ospita il Consolato Generale d’Italia, la Residenza del Console Generale, la Sezione dell’Istituto di Cultura, l’Ufficio di San Pietroburgo dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE).

L’Istituto di Cultura dispone di una Sala Cinema che può essere riadattata a Sala mostre, di una Biblioteca e di varie aule.


38